Dove la vita scorre libera
Dove la vita scorre libera

Dove la vita scorre libera

Il 3 ottobre del 2013 un’imbarcazione con a bordo più di cinquecento profughi naufraga nei pressi di Lampedusa. Ne muoiono trecentosessantotto. Venti i dispersi. Solo centocinquantacinque i sopravvissuti. Tra questi, Hagos e Aziz, in fuga da Asmara. Hanno vissuto il dramma dei campi profughi e il flagello delle bande criminali in Sudan e respirato la breve illusione delle primavere arabe per poi piombare nell’orrore della guerra civile libica. Hanno affrontato il Mediterraneo per evitare di soffocare, rischiando di esserne inghiottiti. Hagos e Aziz portano con loro due lettere scritte nel 1977 da un ingegnere italiano a una ragazza eritrea di cui era innamorato. Ma qual è il legame che unisce i due giovani all’autore di queste vecchie lettere d’amore? Che ne è stato di quella remota storia sbiadita dal tempo e dal sale? Dove la vita scorre libera racconta l'odissea contemporanea di due ragazzi come tanti che scelgono di sfidare qualsiasi pericolo per inseguire il sogno di un futuro migliore e non permettere che un regime feroce cancelli la speranza dal loro cuore.

Dettagli libro

  • Editore

  • Testo originale

  • Lingua

    Italiano
  • Data di pubblicazione

Sull'autore

Tina Aventaggiato

Tina Aventaggiato vive a Poggiardo, nel Salento. È madre e nonna. È stata docente di Lingua e cultura Inglese nelle scuole secondaria e ha collaborato con diverse testate giornalistiche. È stata autrice di diversi romanzi storici, tra i quali ricordiamo Abigail è tornata (2011), Vento freddo sull’Arneo (2013 e 2015), L’occhio guarda a Sion (2016) e Per decreto di Allah (2019). Dove la vita scorre libera è stato selezionato da Libromania tra le opere vincitrici di Fai Viaggiare la tua Storia nel 2022.