Le mie mani sono le tue ali

Le mie mani sono le tue ali

Anteprima Scarica anteprima

Dall’autore di Io gomitolo, tu filo.

Dopo quella sul rapporto madre-figlio di Io gomitolo, tu filo, Alberto Pellai ci regala una storia nuova e suggestiva, in cui il protagonista è l’amore di un padre per il suo bambino. Le mani del papà, forti, grandi, dalla presa salda e sicura, per il piccolo sono ali che lo sospingono in alto, alla scoperta del mondo. Sanno infondere fiducia nell’affrontare le piccole sfide: imparare ad an-dare in bicicletta, a nuotare, a dormire da solo nella cameretta quando il buio fa paura. Fino al momento in cui quel figlio che era un bambino diventa un ragazzo pronto a vivere la sua vita, certo che le mani e l’abbraccio del padre saranno sempre lì per lui. Un tenero viaggio di parole e immagini per esplorare la relazione padre-figlio attraverso le fasi di distaccamento dal nido. Una narrazione poetica e delicata per raccontare il legame speciale che unisce ogni bimbo al suo papà.

Dettagli libro

  • Editore

  • Testo originale

  • Lingua

    Italiano
  • Data di pubblicazione

  • Numero di pagine

    32
  • Illustrato da

Sull'autore

Alberto Pellai

Medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva, è ricercatore presso il dipartimento di scienze bio-mediche dell’Università degli Studi di Milano, dove si occupa di prevenzione in età evolutiva. Nel 2004 il Ministero della Salute gli ha conferito la medaglia d’argento al merito della Sanità pubblica. È autore di numerosi libri rivolti a genitori, insegnanti, adolescenti e bambini, tra i quali Le parole non dette (2000), Nella pancia del papà (2003), Mamma, cos’è l’amore? (2007), Una calamita di mamma (2007), Questa casa non è un albergo! (2009), ispirato alla fortunata trasmissione che per anni ha condotto su Radio24 insieme a Nicoletta Carbone, E ora basta (2010), Il primo bacio (2012), I papà vengono da Marte, le mamme da Venere (2014, De Agostini), Tutto troppo presto (2015, De Agostini), Girl R-evolution (2016, De Agostini), Piccolo Genio! (2016, De Agostini).

Ti potrebbe interessare